Liceo Classico "Virgilio"


La storia del Liceo Classico "Virgilio" di Mantova è una storia illustre e antica che si intreccia strettamente con le vicende della cultura e dell'educazione della città, risalendo sino al tempo dei Gonzaga.

Il Liceo trova ancora oggi sede nel prestigioso Palazzo degli Studi, realizzato per i Gesuiti nel 1763, per ospitare le scuole da loro dirette. Accanto alle aule scolastiche l'Istituto vede dalla fine del Settecento (1777) la realizzazione anche di Gabinetti di Fisica e Chimica e di un Gabinetto di Storia Naturale.

Queste realtà tecnico-scientifiche legate all'educazione scientifica e agli Studi Superiori nascono dal confluire, oltre che di parte delle collezioni naturalistiche dei Gonzaga e dei materiali naturalistici già facenti parte del Museo di Storia Naturale dell'Accademia, anche importanti lasciti di privati.

Ancora oggi, presso alcuni ambienti del Liceo, vengono conservati questi nuclei di oggetti che costituiscono, nel loro insieme, due raccolte storiche di reperti naturalistico-scientifici di estremo interesse per la rarità e la particolarità dei reperti conservati: il Museo Naturalistico (Erbari, Collezione Malacologica, Paleontologica, Mineralogica, Petrografica e Zoologica) e il Museo di Fisica (collezione di strumenti di fisica del XVII e XIX sec.).

La Direzione Scolastica dell'Istituto sta da qualche anno procedendo al recupero e alla valorizzazione di tali nuclei collezionistici affidando la schedatura e il riordino degli stessi agli studiosi del MASTER.

Nel febbraio e marzo del 2013 un primo riordino ha visto la realizzazione, con la collaborazione della Provincia di Mantova, di una esposizione con parte della strumentazione del Museo di Fisica, titolata "Mostra, dimostra e misura", che si è tenuta presso la Casa del Mantegna a Mantova.