Sala degli Addottoramenti

Posted in Collection

addottoramenti2cropLa Sala degli Addottoramenti, ex palestra del Liceo Virgilio, fu edificata tra il 1757 e il 1763 in un grande spazio attiguo e comunicante con il nuovo Palazzo degli Studi edificato in quegli anni dal Collegio dei Gesuiti di Mantova su progetto dell'architetto Torreggiani di Bologna. La sala misura m 10 x 19 x 11 di altezza, è accessibile sia dall'atrio d'ingresso dell'attuale Liceo Virgilio, sia da una porticina che comunica con il grande corridoio d'ingresso della Biblioteca Teresiana. Tre grandi finestre affacciano su Piazza Dante nello spazio compreso tra il portone d'accesso alla Biblioteca e lo spigolo stondato del Palazzo. Avendo i Gesuiti previsto di utilizzare il Palazzo degli Studi come sede sia per gli studi ginnasiali che per i corsi universitari, la Sala fu progettata come sede per le solenni cerimonie di discussione delle tesi e rilascio delle lauree. La sala è decorata da grandiose pitture murali attribuiti ad un pittore assai vicino al Bibiena, riportate alla luce dopo il terremoto del 2012, con tenui colori a tempera rappresentanti storie del Re Salomone, in cui compaiono minuscole figure umane a popolare straordinarie e grandiose architetture caratterizzate da teorie di archi e fughe prospettiche arditissime, al limite del surreale.