Brunispato lamellare

Brunispato lamellare

n. 281
Miniera di Beschert Glueck, Brand-Erbisdorf, Freiberg, Erzgebirge, Sassonia

Brunispato lamellare 281 Questo nome, traduzione dal tedesco "Braunspat", in passato indicava genericamente i carbonati misti di Calcio, Ferro e Magnesio, che oggi troviamo identificati soprattutto nelle specie mineralogiche Ankerite e Mesitina.

Sulla matrice carbonatica, spiccano cristalli bianco rosati, di dimensioni variabili fra i 2 e i 5 mm di lato, traslucidi con lucentezza madreperlacea; la forma è il romboedro caratteristico dei carbonati trigonali, che possiamo immaginare come un cubo allungato "stirandolo" per due vertici opposti. Al di sopra di questi si trovano minuti cristalli rosa più intenso, sempre romboedrici, ma schiacciati fino ad assumere l'aspetto di laminette (da qui, l'attributo "lamellare" che accompagna il nome del minerale). Verso i margini, dove le lamine si assottigliano, i cristalli tendono a divenire trasparenti con lucentezza vitrea. Sulla superficie del campione si notano granuli lucenti di galena dal caratteristico colore grigio piombo.